Stampa

Guida Agevolazioni Fiscali

Guida Agevolazioni Fiscali

 

Gentile Cliente, La ringraziamo per la preferenza che ci ha accordato. Sta effettuando degli acquisti presso il nostro sito pertanto è nostro compito RICORDARLE che potrebbe avere diritto ad AGEVOLAZIONI FISCALI attualmente in vigore. Se non Lo ha ancora fatto, PRIMA di procedere con i pagamenti, si informi dal suo consulente fiscale (Centro di Assistenza Fiscale, commercialista o sindacato) e/o dal Suo consulente tecnico (geometra, architetto).

 

Volete sapere come usufruire della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie o dell’iva agevolata (4% o 10%)?. Cliccate sul seguente sito Agenzia delle Entrate http://www1.agenziaentrate.gov.it/web_app_entrate/ristrutturazioni_edilizie.html#indice oppure al sito Angaisa https://www.angaisa.it/normative/ dove sono contenute tutte le normative e potete scaricare le guide redatte dall’Agenzia delle Entrate. Ricordate: i regolamenti sono abbastanza complessi, quelli che seguono sono semplici indicazioni non vincolanti.

 

BONIFICI PER DETRAZIONE FISCALE

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario con apposita causale di versamento (per ristrutturazione edilizia “art. 16-bis del T.U.I.R. DPR 917/1986”; per lavori di riqualificazione energetica “ai sensi dell’art. 1, commi 344-347, legge 27 dicembre 2006, n. 296”) da cui risultino codice fiscale del soggetto, partita Iva del beneficiario, numero/i e data/e della/e fattura/e. I contribuenti interessati devono conservare, oltre alla ricevuta del bonifico, le fatture o le ricevute fiscali relative alle spese effettuate per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione. Questi documenti, che devono essere intestati alle persone che fruiscono della detrazione, potrebbero essere richiesti, infatti, dagli uffici finanziari che controllano le loro dichiarazioni dei redditi.

In ogni caso PRIMA DI PROCEDERE AL PAGAMENTO, in caso di DUBBIO, La invitiamo a richiedere al Suo Commercialista/CAF/Sindacato una consulenza in merito alla Sua situazione specifica onde chiarire la possibilità di fruire della suddetta detrazione.

 

Chi può fruire dell’agevolazione:

- I proprietari degli immobili
- I titolari di diritti reali di godimento (uso,usufrutto ecc.)
- I locatari /affittuari degli immobili oggetto degli interventi.
- I familiari, in particolare il coniuge, dei soggetti sopra elencati

 

Per quali tipologie di intervento:

- tutti i lavori di manutenzione straordinaria, per opere di restauro e risanamento conservativo, per lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali.
- gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi all’agevolazione solo se riguardano parti comuni di edifici residenziali.
- gli interventi necessari al ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi, a condizione che sia stato dichiarato lo stato di emergenza.
altri.

 

AGEVOLAZIONI FISCALI

 

REQUISITI per l’IVA agevolata:

- NUOVE COSTRUZIONI  edifici residenziali ad uso abitativo (4%)
- NUOVE COSTRUZIONI rurali destinate ad uso abitativo (4%)
- INTERVENTI di restauro e risanamento conservativo e RISTRUTTURAZIONI urbanistiche ed edilizie (ai sensi dell’art.31 legge 457/78 lettere c),d),e)) (10%)
- OPERE di urbanizzazione primaria e secondaria (10%)


ATTENZIONE: ai fini IVA gli interventi di Manutenzione Ordinaria e Straordinaria non sono “RISTRUTTURAZIONI”. Per Ristrutturazioni ai fini IVA si intendono solo quelle corrispondenti alle definizioni dell’art.31 legge 457/78 lettere c),d),e). Se dovete effettuare interventi di MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA, (ai sensi dell’art.31 legge 457/78 lettere a) e b)), poiché questi interventi possono essere assoggettati all’aliquota agevolata del 10% solo in presenza di mano d’opera, può essere per voi opportuno fare acquistare i materiali (sanitari e rubinetterie) dal vostro posatore, infatti solo chi esegue anche l’installazione può fornire il materiale di cui sopra ad aliquota agevolata.

NB.: L’applicazione dell’aliquota agevolata è subordinata al rilascio da parte dell’acquirente, di una dichiarazione relativa all’utilizzazione dei beni per la realizzazione delle opere agevolate di cui sopra e deve essere corredata dai documenti, rilasciati dalle Amministrazioni competenti, che definiscano la tipologia di intervento. La documentazione presentata dall’acquirente dovrà essere vagliata dall’Ufficio amministrativo di IdroZeta srl, al fine di accertare la sussistenza dei requisiti di cui sopra e decidere se è possibile l’aliquota IVA agevolata, così come richiesta dal cliente.
Consapevoli che la normativa IVA applicata all’edilizia risulta particolarmente complessa, è nostra intenzione dare solo alcune indicazioni orientative, con la raccomandazione al cliente di approfondire il caso specifico attraverso la consultazione della Guida dell’Agenzia delle Entrate sull’argomento o presso un consulente fiscale.

 

PER RICHIEDERE L'IVA AGEVOLATA, PRIMA DI EFFETTUARE L'ORDINE, SI PREGA DI INVIARE UNA EMAIL CON OGGETTO: " RICHIESTA IDROZETASHOP" AL SEGUENTE INDIRIZZO: pratiche.fiscali@idrozeta.com CON TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AVENDO CURA DI INDICARE NOME, COGNOME DEL RICHIEDENTE, UN RECAPITO E-MAIL, ED IL NOSTRO TEAM PRATICHE FISCALI RISPONDERA' ENTRO BREVE ALLA RICHiESTA. NON EFFETTUIAMO ALCUNA CONSULENZA TELEFONICA.

 

La documentazione da inviare via e-mail dovrà contenere:


a) il ns. modulo debitamente compilato e firmato in entrambe le pagine; CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO


b) copia del titolo abilitativo completo di FIRME E TIMBRO PER RICEVUTA da parte del Comune oppure lettera del Comune a titolo di RICEVUTA dello stesso oppure documentazione equivalente a dimostrare l’avvenuto deposito (S.C.I.A. segnalazione certificata di inizio attivita'; D.I.A. dichiarazione di inizio attivita'; comunicazione al comune dell'inizio lavori; comunicazione con nulla-osta della soprintendenza o di altro
ente competente o altra documentazione richiesta al fine del rilascio del titolo stesso; permesso di costruire; eventuali rinnovi);

 

c) nel caso in cui il permesso non sia intestato al cliente al quale fatturiamo (esempio titolo intestato all’IMPRESA EDILE o IMMOBILIARE), occorre reperire i documenti finalizzati a ricostruire il titolo in base al quale il soggetto acquista beni finiti destinati all’immobile agevolato (es. copia del contratto d’appalto lavori/compromesso/rogito compromesso, rogito o compravendita in caso di vendita dell’immobile; contratto di
appalto lavori nel caso di affidamento dei lavori ad una ditta);


d) nell’eventualità in cui il titolo abilitativo sia intestato al cliente privato ma acquista l’installatore, ci servirà la richiesta di IVA agevolata che il privato fa all’installatore.